L'idea di un archivio digitale parte da alcune constatazioni: dagli anni '80 assistiamo a una graduale scomparsa del supporto cartaceo come strumento di archiviazione, a favore dell'utilizzo sempre più massiccio di mezzi informatici, che non garantiscono una conservazione sicura nel tempo.

La continua evoluzione delle tecnologie, la rincorsa a nuovi software, la diversificazione dei supporti di archiviazione rendono difficile la messa in sicurezza delle memorie collettive e personali degli ultimi decenni. Spesso i file risalenti a pochi anni fa sono oggi illeggibili con i nuovi software; i floppy disk hanno visto il loro declino negli anni '90, sostituiti dai cd-rom e poi da dvd e chiavette usb, supporti di archiviazione che a loro volta stanno esaurendo la loro funzione a favore di nuove tecnologie sempre più basate sulla rete.