Master in Conservazione dei documenti digitali

L’Università della Calabria attiva un percorso di Master di secondo livello in Conservatore dei documenti digitali.

Obiettivo del Master è la formazione di una nuova figura professionale, il CONSERVATORE DEI DOCUMENTI DIGITALI, ovvero un manager della catena documentale responsabile dell’organizzazione e gestione di processi sicuri per la tutela e la conservazione di documenti digitali e più in generale di risorse digitali nelle organizzazioni pubbliche e private, capace di garantirne, nel tempo, attraverso procedure efficaci e sicure, il mantenimento, la possibilità di uso e il valore probatorio.

Informazioni e bando: http://www.labdoc.it/formazione/progetti-e-corsi/perseo/

Voyant Tools

Voyant Tools parla italiano!

 

Grazie a un gruppo di membri AIUCD è ora disponibile una versione italiana di Voyant, il framework di analisi testuale prodotto da Geoffrey Rockwell e Stéfan Sinclair:

http://voyant-tools.org/?lang=it

Il progetto si deve a Fabio Ciotti, presidente di AIUCD, e ad Alessandra Baldelli, Cristiana Bettella, Eleonora Durban, Federico Caria, Federico Meschini, Greta Franzini, Giorgio Guzzetta, Roberto Rosselli del Turco, Elena Spadini, Tiziana Mancinelli.

Proroga scadenza abstract - Convegno AIUCD

Edizioni digitali: rappresentazione, interoperabilità, analisi del testo e infrastrutture

 

Venezia, 7-9 settembre 2016

Il convegno AIUCD 2016 è dedicato alla rappresentazione e allo studio del testo sotto vari punti di vista (risorse, analisi, infrastrutture di pubblicazione), con lo scopo di far dialogare intorno al testo filologi, storici, umanisti digitali, linguisti computazionali, logici, informatici e ingegneri informatici.

La scadenza di presentazione di un abstract (intervento o poster) è stata prorogata al 12 giugno

https://sites.google.com/a/unive.it/aiucd2016/home

Salone del Libro di Torino

Dal 12 al 16 maggio si terrà a Torino la XXIX edizione del Salone del Libro. 

  • Tra gli appuntamenti legati al tema del digitale: 

12 maggio, ore 11.30, sala Professionale
Oltre la distribuzione digitale: Bookrepublic e i nuovi servizi per gli editori, con Fabio Ferlin e Marco Ferrario

12 maggio, ore 11:30, sala Arancio
La valorizzazione del patrimonio librario del MUSLI attraverso applicazioni multimediali e high tech, con Gianni Greco e Pompeo Vigliani

12 maggio, ore 12.00, Spazio Autori
Libri atomizzati e risorse economiche disponibili, con Davide Picotto

12 maggio, ore 12.00, Future Lab
Yeerida, la prima piattaforma di free streaming al mondo, con Federico Bottino, Fabrizio Vargas Bosco, Jacopo Maria Vassallo

DHd 2016

Modelling - Networking - Visualisation. Digital Humanities as a transdisciplinary research paradigm, Leipzig, 7-12 marzo 2016

The second annual European Association for the Digital Humanities Symposium (EADH Day) will be held in conjunction with the 3rd International Conference of the Association Digital Humanities im deutschsprachigen Raum (Digital Humanities in German speaking regions) which will take place at the University of Leipzig from the 7th to the 12th of March 2016. The main theme of this conference is “Modellierung - Vernetzung - Visualisierung. Die Digital Humanities als fächerübergreifendes Forschungsparadigma” (Modelling - Networking - Visualisation. Digital Humanities as a transdisciplinary research paradigm). The 2nd EADH day will open in the evening of the 7th of March and continue on the 8th of March until just before the opening of DHd 2016.

Computational History and Data-Driven Humanities, Dublino, 25 maggio 2016

2nd International Workshop on Computational History and Data-Driven Humanities, May 25th 2016 Dublin, Ireland

 

This workshop focuses on the challenges and opportunities of data-driven humanities and seeks to bring together world-leading scientists and scholars at the forefront of this emerging field, at the interface between computer science, social science, humanities and mathematics.

As historical knowledge becomes increasingly available in forms that computers can process, this data becomes amenable to large-scale computational analysis and interpretation. what are the impacts for humanities, social sciences, computer science and complex systems? Perhaps mathematical analysis of the dynamic, evolutionary patterns observed in the data helps us to better understand the past and can even produce empirically-grounded predictions about the future.

Pages